Recensione Motorola Moto G50: 5G per le masse


Recensione Motorola Moto G50: 5G per le masse

La famiglia Motorola continua a crescere e crescere. Ho completamente perso le tracce di tutti i modelli attualmente sul mercato e anche lo schema di denominazione non aiuta. Il Moto G50 è una delle ultime aggiunte alla famiglia ed è un fratellino piuttosto che un lontano cugino.

La grande star dello spettacolo è il Moto G100, ovviamente, ma ci sono altri tre modelli nell’ultimo lotto (almeno per ora): il Moto G10, Moto G30, e l’oggetto della recensione di oggi: il Moto G50. (Una rapida ricerca ha confermato i miei sospetti: c’è anche un modello G20, insieme a una fusione G40… Vabbè, per esempio.)

Recensione Motorola Moto G30

Torniamo alla Moto G50. È facile sbagliare quando si recensiscono i prodotti di punta e le recensioni di telefoni di fascia bassa sono generalmente più difficili da realizzare. Il Moto G50 costa circa $ 300 (229 euro) e dovresti tenerlo a mente mentre leggi. È un buon telefono “per il prezzo”.

In realtà è uno dei telefoni 5G più convenienti in circolazione (se non il più conveniente). L’enorme batteria da 5.000 mAh, insieme all’efficiente chipset e display, ti regalerà 2 giorni e oltre.

La fotocamera principale è abbastanza decente, anche se l’omissione di una fotocamera ultra-wide a favore di una macro è sconcertante. Lo Snapdragon 480 si comporta egregiamente e riesce a far fronte alla frequenza di aggiornamento dello schermo a 90Hz per la maggior parte del tempo.

Parlando dello schermo, è l’anello debole del sistema. È un pannello LCD da 720p e su uno da 6,5 ​​pollici, questa risoluzione è un po’ mostruosa. La suddetta frequenza di aggiornamento di 90Hz non aiuta molto e anche la luminosità complessiva è insoddisfacente.

Tuttavia, alla fine della giornata, quando viene preso in considerazione l’asterisco “meno di $ 300”, il Moto G50 potrebbe essere una buona scelta per un dispositivo economico.

Motorola Moto G50

Smartphone Motorola Moto G50 (6,5 pollici Max Vision HD +, Qualcomm Snapdragon 480 2.0 GHz Octa-Core, fotocamera tripla da 48 MP, batteria da 5000 mAH, doppia SIM, 4/64 GB, Android 11)

Design

Il Moto G50 sfoggia un design interamente in plastica con un telaio in plastica a doppia smussatura e un retro in plastica lucida curva. A differenza del G100, la fotocamera frontale è posizionata al centro in una tacca a forma di lacrima, seguendo la filosofia di design dei modelli G10 e G30.

Ci sono cornici generose attorno allo schermo e anche il mento è abbastanza grande, conferendo al telefono un aspetto un po’ datato. Il sistema della fotocamera principale è alloggiato in un rigonfiamento rettangolare ed è quasi a filo con il corpo. Sul retro è presente uno scanner di impronte digitali capacitivo che mostra con orgoglio il logo Motorola.

Nel complesso, il design è uno strano mix di vibrazioni della vecchia scuola e soluzioni moderne, risultando in un aspetto piuttosto eclettico. La parte posteriore curva si sente bene, anche se è di plastica e ha un magnete per le impronte digitali. La cornice? Non così tanto. I bordi smussati rendono la cornice ancora più piccola e alla fine ti scava un po’ nella mano.



Tutti i pulsanti si trovano sul lato destro del telefono. C’è un bilanciere del volume, un pulsante di accensione e un pulsante Assistente Google dedicato. I pulsanti sono piuttosto stretti e non molto alti, quindi premerli non è la migliore esperienza. D’altra parte, fanno un buon clic e il pulsante di accensione ha una bella trama.

C’è un jack audio da 3,5 mm nella parte inferiore, insieme alla porta USB-C e un altoparlante mono.

Tenere sotto controllo

Motorola ha optato per un pannello LCD sul suo modello G100, quindi non ci sono sorprese qui: anche il G50 utilizza la tecnologia LCD per il suo display. Alcuni potrebbero obiettare che l’LCD è il passato e non usare OLED è un errore, ma su un telefono da meno di $ 300 lo lascerò andare.

Il problema non è che lo schermo del Moto G50 utilizza un pannello LCD. Semplicemente non è molto buono. La risoluzione è 720p e, su uno schermo da 6,5 ​​pollici, questo si traduce in circa 269 PPI. Non è illeggibile con alcuno sforzo di immaginazione, ma l’immagine non è nemmeno delle più nitide.

La luminosità di picco è l’altro grosso problema. Ho ottenuto che il Moto G50 raggiungesse i 443 nits in Auto, il che non è all’altezza degli standard moderni. Se sei sotto il sole splendente, avrai difficoltà a leggere lo schermo.

La precisione del colore e la temperatura del colore, d’altra parte, sono abbastanza buone con un delta E medio di 2,39 in modalità Naturale. Un altro aspetto positivo è la frequenza di aggiornamento dello schermo di 90Hz, che fornisce un’esperienza più fluida, almeno quando la CPU decide di collaborare.

Fotocamera e audio

Il Moto G50 è dotato di una configurazione a tripla fotocamera, ma per essere onesti, è solo una fotocamera principale da 48 MP con due sensori supplementari: un sensore macro e uno di profondità. Non mi sarebbe dispiaciuto uno snapper ultrawide invece di nessuno dei due, ma è quello che è.

La buona notizia è che la fotocamera principale è abbastanza decente, specialmente in buone condizioni di illuminazione. Il sensore da 48 MP unisce i dati di quattro pixel per crearne uno più grande e migliore (tecnologia Quad Pixel) e questo si traduce in immagini finali da 12 MP.

C’è una modalità notturna dedicata e può migliorare in una certa misura le immagini in condizioni di scarsa illuminazione. Tuttavia, dipende in gran parte dall’impostazione. Tutto sommato, non aspettarti meraviglie in questo modo, e hai bisogno di una mano ferma e di una composizione statica affinché la modalità notturna funzioni la sua magia.

Anche la fotocamera macro è abbastanza decente, ma penso che non sia buona come quella usata sul Moto G100. Forse sono solo io però: le condizioni di illuminazione erano tutt’altro che ideali quando ho preso i campioni e non c’è un elegante anello di luce per illuminare errori o piani o qualunque cosa tu stia riprendendo da vicino.

Il Moto G50 può registrare video, ma è limitato a 1080p. Non sono sicuro che sia il sensore della fotocamera o il chipset a richiedere questa restrizione, ma non c’è nulla nelle impostazioni che suggerisca in remoto che è possibile modificare la risoluzione video.

Non vincerai nemmeno gli Academy Awards. I video ripresi con il Moto G50 tendono ad essere un po’ mossi e talvolta sbiaditi. Ancora una volta, il telefono fa un lavoro decente “per i soldi”. C’è un altoparlante mono a fuoco basso ed è piuttosto rumoroso, ma questo è tutto.

Hardware, software e prestazioni

Lo Snapdragon 480 era una quantità sconosciuta per me fino a questa recensione. È un SoC economico con 8 core e due cluster. Ci sono due core che possono arrivare fino a 2 GHz e sei a bassa potenza. Immagino che i punti salienti di questo chip siano il modem Snapdragon X51 5G e il fatto che sia realizzato con la tecnologia a 8 nm.

È sicuramente un miglioramento, rispetto all’SD662 che si trova nel Moto G30, ma non si avvicina alle prestazioni del Moto G100 dotato di SD870. Ha senso però: questo chip è qui principalmente per la connettività 5G e la durata della batteria.

Le prestazioni reali del Moto G50 sono un miscuglio. Da un’esperienza fluida e iconica alla balbuzie della vecchia scuola, il Moto G50 ha tutto. Contrariamente all’intuizione, se ti attieni a una frequenza di aggiornamento dello schermo di 60 Hz, puoi ridurre al minimo la balbuzie occasionale e rendere le cose più coerenti, se non altrettanto fluide.

Il telefono viene fornito con configurazioni di memoria da 4 GB / 64 GB o 4 GB / 128 GB. C’è anche uno slot per schede microSD (condiviso con la SIM secondaria), quindi non devi preoccuparti di esaurire lo spazio di archiviazione. 4GB di RAM possono sembrare in fondo, ma dovrebbero essere sufficienti per un utilizzo normale anche entro gli standard del 2021.

Batteria e ricarica

C’è un’area in cui il Moto G50 eccelle (oltre al prezzo): la durata della batteria. Non sorprende affatto, dato il modesto chipset, il display a bassa risoluzione e la grande batteria da 5.000 mAh. Puoi facilmente ottenere due giorni interi con il Moto G50 e allungarlo ulteriormente se non ti piace giocare a 90Hz.

Tuttavia, il caricamento è piuttosto lento. Con il blocco di ricarica rapida da 15 W fornito nella confezione, sono necessari 150 minuti per caricare completamente l’enorme batteria. Certo, non caricherà il Moto G50 così spesso, ma è comunque dolorosamente lento.

Leave a Comment