Recensione di Apple AirTags: il buono, il cattivo e il piccolo


L’Apple AirTag è alimentato da una singola batteria 2032 a forma di pillola. Questi sono estremamente facili da acquistare in qualsiasi negozio di elettronica o possono anche essere trovati nel tuo negozio di alimentari locale. Secondo le informazioni ufficiali di Apple, dovrai sostituirlo circa una volta all’anno. E, se non sai quanta batteria ti rimane, l’apertura dell’AirTag specifico nell’app Dov’è ti mostrerà quanto succo hai.

Il modo per sostituire la batteria è: spingere la parte metallica dell’AirTag e ruotarla in senso antiorario. Una volta sbloccato, si aprirà grazie a una piastra metallica a forma di molla che lo spinge fuori. Quindi inserisci la nuova batteria, rimetti la piastra metallica e ruotala in senso orario finché non scatta in posizione.

Come funzionano gli Apple AirTag?

L’Apple AirTag non ha il GPS o qualcosa del genere. Fa il suo lavoro utilizzando la connessione Bluetooth LE, il chip Apple U1 e un chip NFC.
Quindi Bluetooth LE viene utilizzato per connettere SmartTag a iPhone e altri dispositivi Apple. Se perdi il tuo AirTag, eseguirà continuamente il ping di tutti i dispositivi Apple nella tua zona, facendo loro “sapere” dove ti trovi. Questo segnale viene quindi inviato alla rete Apple Find My e puoi vedere dove è stato “visto” l’ultima volta il tuo AirTag.

Queste informazioni sono crittografate e si verificano interamente nel backend. Nessuno saprà che il tuo iPhone viene utilizzato per aiutarti a trovare le chiavi perse. Questo è ciò che rende la rete Trova il mio così potente: i dispositivi Apple sono super popolari e i loro utenti non hanno nemmeno bisogno di conoscere la tecnologia o attivare nulla. Puoi essere certo che il tuo oggetto smarrito verrà ritrovato prima o poi.

Come nota a margine, questa tecnologia non è nuova: la rete Trova il mio è operativa da settembre 2019 e funziona per iPhone, iPad, MacBook e Apple Watch. Il punto è che, anche se perdi il tuo iPhone e non hai una connessione Internet, può comunque inviare un segnale Bluetooth ai dispositivi Apple locali per aiutarti a localizzarlo.

Una volta che sei nel raggio di portata dell’oggetto smarrito, il chip Apple U1 entra in azione: utilizza la tecnologia a banda ultralarga per aiutarti a individuare con precisione la posizione del tag. Ecco perché puoi guidarlo con istruzioni come “gira a sinistra, gira a destra”.

Se perdi un AirTag, puoi attivare la “Modalità smarrita”. A questo punto, chiunque abbia un iPhone o un telefono Android con un chip NFC può toccare l’AirTag e ricevere istantaneamente un messaggio personalizzato (se ne hai impostato uno) e le istruzioni su come contattarti.

Una volta connesso un AirTag al tuo account iCloud, sarà “tuo per sempre”: il tuo numero di serie univoco è collegato al tuo account fino a quando non lo rilasci manualmente. Proprio come funzionano gli iDevice. Quindi, anche se qualcuno lo trova e lo raccoglie, non può davvero usarlo.

Funzione anti-stalking di Apple AirTag

Vale la pena notare che Apple AirTag non sono davvero dispositivi antifurto. Apple ha preferito assicurarsi che nessuno li utilizzi per scopi dannosi. Sai, dato che un AirTag è così piccolo, è molto facile inserirlo negli effetti personali di qualcuno per rintracciarlo.

Nei nostri test, un AirTag “sconosciuto” ha iniziato a rendere nota la sua presenza in circa 5 ore e mezza. Ora, nel mio caso, avevo un iPhone, quindi ho ricevuto una notifica con un rapporto dettagliato, quando l’AirTag è stato rilevato per la prima volta, nonché il percorso completo che ha preso con me.

Tuttavia, se non ho un iPhone, AirTag impiegherà 3 giorni interi per avvisarmi della sua presenza. Come si fa a farlo? Beh, se lo muovi, inizia a squittire. Ecco come suona un AirTag smarrito:

Se trovi un AirTag sconosciuto sulla tua persona, puoi toccarlo con un telefono NFC (Android o iPhone) e riceverai istruzioni su come contattare il proprietario e su come disabilitare il tag.

Questo è ciò che ottieni quando esegui la scansione di un AirTag con un telefono Android:

Posso accoppiare AirTag con iPad o MacBook?

Puoi accoppiare il tuo AirTag con il tuo iPhone o iPad. Una volta accoppiato, il dispositivo si registra sul tuo account iCloud, il che significa che puoi cercarlo con qualsiasi tuo iPhone o iPad.

Prendi nota: Non puoi registrare un AirTag tramite MacBook, iMac o qualsiasi computer Mac. Non puoi cercare un AirTag con la versione Mac dell’applicazione Dov’è. Né con la versione web su iCloud.com/find. In altre parole, se vuoi usare un AirTag, devi avere un iPhone o un iPad, punto!

Apple AirTag vs Tile vs Samsung Galaxy SmartTag

Questi tre sono abbastanza simili nel loro funzionamento. Ognuno sfrutta la propria rete, che praticamente decide quanto saranno utili e quale scegliere.

La tessera ha il più grande svantaggio qui. Vedi, Apple AirTag sfrutta la rete Trova il mio, che è silenziosamente presente su ogni dispositivo Apple nel mondo. Il Samsung Galaxy SmartTag utilizza la rete del dispositivo Galaxy, che è anche persistente su tutti i nuovi telefoni Galaxy. Per quanto riguarda Tile, sì, esiste una rete Tile, ma gli utenti devono scaricare attivamente l’applicazione Tile e concederle le autorizzazioni affinché sia ​​davvero utile per te. Pertanto, la rete è limitata al numero di utenti Tile nella tua zona.

A merito di Tile, ha trascorso anni a far crescere il suo marchio e offre un’ampia gamma di forme e dimensioni per le sue etichette. Ma la sua rete è ancora sminuita da quella di Apple e Samsung.

Inoltre, vale la pena notare che Tile non ha ancora un tracker a banda ultra larga (ma si dice che uno arriverà nel 2021).

La buona notizia è che Apple ha annunciato che aprirà Trova la mia API per sviluppatori di terze parti, quindi se Tile è disposto a pagare una licenza ad Apple (simile agli accessori MFi, suppongo), può creare tile che funzionano come AirTag. . Anche se, Tile non è molto soddisfatto di Apple al momento.

Piastrella sottile

– formato carta di credito

Per quanto riguarda Apple vs Samsung, il set di funzionalità di Apple AirTag è paragonabile al Galaxy SmartTag +, lo SmartTag no plus non ha una banda ultra larga, il plus sì. Sorprendentemente, l’AirTag è più economico di uno SmartTag+: il primo costa $ 29, il secondo $ 39. Quindi un AirTag con un accessorio per contenere i costi è più o meno lo stesso di un Galaxy SmartTag +.

Ma il prezzo è un punto controverso qui: se hai un iPhone, non puoi usare uno SmartTag +; se hai un telefono Galaxy, non puoi usare un AirTag e basta. Quindi, all’inizio di questa recensione, ho detto che AirTags e SmartTags non sono in concorrenza diretta. Sono parti di due ecosistemi più grandi che competono tra loro.

In termini di “Chi ha fatto il lavoro migliore?”, Devo darlo ad Apple. L’AirTag è più piccolo e sembra meno goffo. Ha anche IP68 resistenza all’acqua e alla polvere. Il Galaxy SmartTag non ha protezione di ingresso. Ma ehi, almeno ha un grande pulsante che ti consente di eseguire il ping del telefono o di controllare uno qualsiasi dei tuoi dispositivi Samsung SmartHome.

Dovresti acquistare Apple AirTag?

Se hai qualche soldo da spendere e sei nell’ecosistema Apple, perché no? Un singolo AirTag costa $ 29, una confezione da quattro $ 99. Personalmente, ho perso le chiavi della mia macchina durante un recente viaggio e anche se sono riuscito a trovarle rotolare lungo la strada sterrata, ricordo chiaramente di essere andato in modalità panico e ho pensato , “Avrei dovuto metterci un’etichetta!” Sono stato fortunato, ho tirato un sospiro di sollievo. le sto etichettando!

AirTag non ti aiuterà contro il furto, anche se il ladro non è a conoscenza della presenza di AirTag, suonerà in 5:30 ore. Ciò è dovuto alla funzione anti-stalking, discussa in precedenza. Quindi, nel peggiore dei casi, hai 5 ore per trovare l’oggetto smarrito. Per borse o borse tolte dai mezzi pubblici, questo può essere sufficiente. Per una bicicletta che viene rubata durante la notte, non è l’ideale.

Leave a Comment